Parliamone ancora: 27 gennaio

Parliamone ancora: 27 gennaio

Ogni anno fermiamoci a pensare: ascoltiamo, leggiamo, guardiamo e cantiamo la forza dell’umanità sulla barbarie. 

Non può mai vincere il sopruso, e se sembra proprio il contrario in alcuni momenti bui, dobbiamo credere che l’uomo è bontà, altruismo, rispetto, condivisione, libertà,empatia, amore.

È con questa convinzione che l’umanità dà vita a nuovi esseri umani e li cresce e può credere in un futuro migliore.

Parliamone sempre. E parliamone ancora.

Una giornata speciale per ricordare l’orrore della Shoah ma anche per riflettere sui veri valori della vita. Una giornata che non deve essere una vuota commemorazione come sostiene la senatrice Liliana Segre, piuttosto deve rappresentare per tutti noi un momento di riflessione e di crescita affinché non si ripeta più nella storia questo orrore.

Vi proponiamo alcuni filmati da vedere in classe tra cui l’intervista e il cortometraggio dedicato alle sorelle Bucci sopravvissute ai campi di sterminio..

YouTube player

Un po’ di storia

https://www.studenti.it/il-giorno-della-memoria.html?google-amp=1

I pensieri dei ragazzi

Idee da condividere attraverso filmati e letture

15 Comments
  • Arianna
    Rispondi
    Posted at 2:12 pm, Febbraio 10, 2023

    Mi è piaciuto molto perché parla di un tema triste che ha lo scopo di far capire l’importanza che non ricapiti.
    Mi ha colpito perché il mio prozio è riuscito a scappare dai campi di concentramento.

  • Gaia
    Rispondi
    Posted at 2:13 pm, Febbraio 10, 2023

    Molto bravi a trattare questo argomento! È molto importante parlare di quei terribili momenti ed è bello farlo attraverso la danza e la musica.Bisogna ricordare per far sì che tutto ciò non ricapiti più. Libertà, uguaglianza, amore, amicizia sono le parole più importanti per ricordare.

  • Chiara
    Rispondi
    Posted at 2:14 pm, Febbraio 10, 2023

    Discorso e video molto toccanti. Complimenti all’ orchestra e ai narratori per il grande lavoro svolto. Trovo molto importante ricordare questo tipo di “festivitá” pensando alle tante vite perse di bambini e genitori. Trovo la musica perfetta sotto questo tipo di tema.

  • Benedetta
    Rispondi
    Posted at 2:14 pm, Febbraio 10, 2023

    Molto bello.Questa giornata non bisognerebbe mai dimenticarla.Come molte altre persone anche mia nonna ha vissuto la seconda guerra mondiale.Grazie per tenerla sempre presente.

  • Elisabetta
    Rispondi
    Posted at 2:15 pm, Febbraio 10, 2023

    Musica molto toccante e bella. È importante parlarne e far capire agli altri quello che è successo durante la seconda guerra mondiale.
    Il mio bisnonno è stato in un campo di concentramento e, con l’arrivo dei Russi, è stato liberato.

  • Pablo
    Rispondi
    Posted at 2:16 pm, Febbraio 10, 2023

    Quando ero piccolo la mia maestra ci raccontava dei bambini e delle persone che venivano portate ai campi di concentramento, ma non delle torture che dovevano subire gli Ebrei. Il filmato su Andra e Tatiana Bucci è proprio la riproduzione dei bambini ad Auschwitz. Consiglio caldamente a tutti di guardarlo, anche a chi lo aveva già visto.

  • Aurora
    Rispondi
    Posted at 2:16 pm, Febbraio 10, 2023

    Trovo che l’ argomento trattato sia molto importante e delicato, mi piace molto il modo in cui è stato presentato ! Faccio i miei complimenti per la musica suonata dagli insegnanti della mia scuola!!! Ottimo articolo🙂

  • Arianna
    Rispondi
    Posted at 2:16 pm, Febbraio 10, 2023

    Bellissima la musica suonata dai docenti, questa giornata non dovrà mai essere dimenticata, come tutte le persone morte.

  • Giulia
    Rispondi
    Posted at 2:17 pm, Febbraio 10, 2023

    DAVVERO DA BRIVIDI QUANTO È ACCADUTO…
    È un video molto bello e rappresenta un momento di riflessione per comprendere questo orrore nella storia che non si deve più ripetere e che ci insegna a crescere e a vivere senza avere paura di attraversare quei “binari”…

  • Rosalina
    Rispondi
    Posted at 2:20 pm, Febbraio 10, 2023

    Io sono riuscita a visitare un campo di concentramento e ho potuto vedere gli occhiali, i vestiti, le scarpe, i capelli…. E una cosa orribile ma meno male che tutto questo è passato. Io spero che non succeda mai piú!

  • Amelia
    Rispondi
    Posted at 2:22 pm, Febbraio 10, 2023

    Questo giorno è indimenticabile perché bisogna ricordare i milioni di persone che sono morte in nei campi di concentramento. Tutto bellissimo! bravissimi tutti!

  • Daniel
    Rispondi
    Posted at 2:22 pm, Febbraio 10, 2023

    Il 27 gennaio è una data molto importante perché bisogna ricordare i morti e i dolori delle genti durante la seconda guerra mondiale.
    E che non accadano più guerre! Ne schiavitù e specialmente non privare le persone dei diritti fondamentali.

  • Tommaso
    Rispondi
    Posted at 2:32 pm, Febbraio 10, 2023

    Bisogna ricordare tutte le atrocità che sono successe e che sono state vissute, affinché non si ripetano di nuovo. Le azioni compiute nella Shoah sono state disumane, non riesco a credere a tutte le cose accadute. I video mi hanno fatto riflettere molto sull’argomento. Grazie.

  • Alice
    Rispondi
    Posted at 2:34 pm, Febbraio 10, 2023

    Molto bravi! Argomento molto toccante, molto bella l’esibizione.
    Trovo molto importante ricordare quei momenti per non commettere gli stessi errori e non dimenticare.
    Complimenti agli insegnanti per la musica e l’esibizione!

  • Andrea
    Rispondi
    Posted at 5:34 pm, Marzo 16, 2023

    gia’ dalle elementari ci avevano parlato di questo triste avvenimento che si e’ svolto fino al 1945,quando furono per fortuna liberati. Non ho prove reali su quello che accadeva all’interno perche’,per fortuna,nessun mio familiare e’ andato nei vsv di concentramento.So solo che in quegli anni i miei nonni si nascondevano dentro le case per sfuggire ai nazisti.Speriamo che questa cosa non accada mai piu’.

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website