27 gennaio: la Giornata della Memoria

27 gennaio: la Giornata della Memoria

by Chiara, Luciana & Sonia

La Giornata della memoria, per i piccoli e per i grandi, deve essere un ulteriore momento in cui si ripensa ai valori che ci fanno vivere bene insieme. Riflettere per agire nel proprio piccolo angolo di mondo e renderlo pieno di luce. A volte basta una parola, un piccolo gesto, un sorriso. Non serve a nulla documentarsi sulle tragedie dell’umanità, esprimere sdegno  e  poi restare immobili. Gli errori dell’uomo servono se si opera per evitare che si ripresentino. Dobbiamo essere attenti a individuare le “avvisaglie”,  quei pensieri di chiusura che, a lungo andare, si potrebbero trasformare in ideologie pericolose e lavorare perché si smontino sul nascere. Riflettere e agire nel presente è il vero significato della giornata della memoria, non un “documentario di atrocità” visto e rivisto ogni 27 gennaio.

Si può partire dalla poesia di  BERTOLT BRECHT,  I bambini giocano alla guerra e riflettere sui giochi da fare e non fare, per rispettare chi ci è vicino.

 “ I bambini giocano alla guerra. È raro che giochino alla pace perché gli adulti da sempre fanno la guerra, tu fai “pum” e ridi;

il soldato spara e un altro uomo non ride più.

È la guerra.

C’è un altro gioco da inventare: far sorridere il mondo,non farlo piangere…”

Poi si può visionare il video: ” Siamo tutti uguali nella diversità”  per superare l’egocentrismo e porre le basi per i valori dell’accoglienza e della solidarietà.

Già da bambini occorre imparare a collaborare, a condividere, a essere sensibili alle esigenze degli altri per costruire passo passo la vita sociale improntata sempre verso il bene della collettività.

A questo proposito consigliamo altri due video molto interessanti

Dopo la visione di filmati, si può aprire una discussione e trovarsi tutti d’accordo su ciò che la storia propone oppure si può dibattere su alcuni aspetti meno chiari. Tutto fa bene e porta alla crescita dei valori condivisi nella comunità classe.  Ciò che s’impara a scuola non si dimentica per tutta la vita.

Gli studenti della secondaria, i docenti e i genitori possono trovare materiale su cui riflettere nei seguenti video:

E nella lettura de:”Scolpitelo nel vostro cuore” di Liliana Segre, la quale ricorda che:

La vita può essere bellissima, perché dopo una fase tragica, come quella che ho vissuto, puoi ancora vedere i fiori sbocciare sugli alberi, puoi ancora vedere che da te nasce ancora la vita! Puoi ancora vivere l’amore, puoi ancora, di nuovo, avere la tua casa nel mondo. Quindi bisogna essere forti. Avere speranza e scegliere la vita. Sempre”.

13 Comments
  • Laura
    Rispondi
    - Gennaio 25, 2021

    Grazie per i numerosi spunti. È sempre difficile trovare l’attività adeguata in base all’età dei bambini, specialmente quest’anno che lavoro in una classe prima di scuola primaria. Penso di usare il video dei camaleonti: l’ho trovato molto adeguato e di impatto immediato per capire il messaggio che si vuole trasmettere.

  • Classe 4^ B
    Rispondi
    - Gennaio 27, 2021

    Il GIORNO DELLA MEMORIA è un giorno SPECIALE ; può sembrare un momento triste, ma utile per ricordare cosa, alcuni uomini , sono riusciti a fare ai propri simili.
    Noi, con i nostri piccoli gesti quotidiani , possiamo fare la DIFFERENZA!!! ??

  • Alessandro
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    Dispiace per la CATASTROFE ,in Ebraico SHOAH,SEI MILIONI di persone (da quanto ho capito)uccisi senza motivo ,soltanto perché Ebrei .Questo ci fa capire che ciò che importa non è il colore della pelle ma soltanto il tipo di persona che si è.

  • Sofia
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    Secondo me, la discriminazione è futile perché più una persona é diversa da me esteriormente , più mi é simile dentro.

  • Emanuele
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    A me dispiace molto per quello che è successo ; infatti per me è colpa dei tedeschi e di Hitler.
    se ci fossi stato io avrei cacciato tutti i soldati e avrei liberato\e tutta la gente di pelle chiaro e scuro.

  • Emanuele
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    A me dispiace molto per quello che è successo ; infatti per me è colpa dei tedeschi e di Hitler.
    se ci fossi stato io avrei cacciato tutti i soldati e avrei liberato\e tutta la gente di pelle chiaro e scuro.

  • gabriele
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    Per me dovremmo vivere in pace nonostante le diversità di pelle ,di capelli e di tutto quello che ci rende diversi; perchè in realtà siamo tutti uguali. Non vorrei più che accadesse una cosa del genere.

  • Yann
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    A me la disuguaglianza non piace, di qualunque nazione sia, di qualunque colore di pelle sia e sempre comunque un umano e non dobbiamo considerarlo diverso da noi; altrimenti anche lui ci considererà diverso. I Tedeschi non dovevano farlo per sentirsi superiori agli altri.

  • M ATILDA
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    La giornata della memoria mi ricorda che a quei tempi trattavano malissimo la gente che entrava in quei campi e per far ricordare o capire alla gente cosa succedeva , hanno inventato LE PIETRE D’ INCIAMPO

  • Sofia
    Rispondi
    - Gennaio 29, 2021

    A me dispiace che le persone guardino la differenza , perchè osservano gli altri per il colore della pelle diverso , o perchè parlano in una lingua diversa. Per me la differenza non esiste e vorrei che non esiste anche per gli altri. Nessuno è DIVERSO , siamo tutti uguali
    LE NOSTRE PIETRE D’INCIAMPO

  • Aurora
    Rispondi
    - Gennaio 30, 2021

    Secondo me, anche se siamo diversi, non dovrebbero uccidere persone che hanno dei difetti.
    Hitler non sapeva che pure lui era come tutti gli altri.
    Perché nel mondo è bello essere diversi e pensarla in maniera diversa.
    LE NOSTRE PIETRE D’INCIAMPO?

  • Giorgia
    Rispondi
    - Gennaio 30, 2021

    Io penso che il razismo sia inutile ,perchè non si dovrebbe odiare o non apprezzare una persona solo per il colore della pelle.
    Es
    Se tu ti macchi di marrone , che fai?!
    Ti uccidi ? Beh , ecco che cosa soffrono loro

  • Ginevra
    Rispondi
    - Gennaio 30, 2021

    La vita che hanno avuto le persone dentro il CAMPO DI CONCENTRAMENTO, era triste. Non hanno potuto vivere una vita come noi. E quindi li RICORDO con tutto il mio CUORE ?????
    27 GENNAIO – GIORNATA DELLA MEMORIA.
    LE NOSTRE PIETRE D’INCIAMPO!!! ❣❣❣ ?????????

Post a Comment

Comment
Nome
Email
Nome Scuola o Ruolo