Il decalogo della sicurezza in Rete

Il decalogo della sicurezza in Rete

Come responsabile del blog e come responsabile della scuola dove insegno della raccolta e conservazione dei dati sensibili, ho deciso di pubblicare un breve decalogo sulle buone pratiche da seguire nell’uso della Rete e dei social. Proviamo a leggerle insieme e a commentarle.

E voi, quale di questi punti non avete osservato??

1.IL WEB NON LO CONTROLLI

Ricorda che un’immagine condivisa in un social entra definitivamente nel Web e che non sarà possibilecontrollarne mai più la diffusione. Potrebbe essere utilizzata in siti che non conosci o che non ti piacciono, anche se tu non sei d’accordo.

2 – OCCHIO ALLA PRIVACY

Ricorda che molte delle informazioni che posti nella bacheca del tuo profilo consentono di ricostruire la tua identità, le tue abitudini, i tuoi gusti: sei sicuro di volere che così tante persone sappiano così tante cose di te?

3 – NON CERCHIAMO GUAI

Creare profili con nomi equivoci o postare messaggi allusivi a una disponibilità sentimentale potrebbe richiamare l’attenzione dei malintenzionati della Rete. Evita di proporti in un ruolo non adatto alla tua età per non essere contattato da sconosciuti con proposte imbarazzanti o richieste oscene.

4 – RISPETTO

Il comportamento in Rete è disciplinato da regole, la cosiddetta “netiquette”, ma soprattutto da leggi che definiscono chiaramente cosa costituisce reato e cosa no. Evita di creare gruppi o di postare immagini che inneggiano a comportamenti indesiderabili e che danneggiano l’immagine e la credibilità delle persone.

5 – PROTEGGI LA PASSWORD

Tieni segreta le password di accesso ai tuoi profili sui social: compagni di classe e conoscenti potrebbero utilizzarla per sostituirti e commettere azioni scorrette a tuo nome o per diffondere informazioni riservate. E non cercare di ottenere la password di altri utenti, seppur animato dalle più innocenti intenzioni, poiché questo costituisce reato e ti espone al rischio di accuse molto serie.

6 – INTERAGISCI CON CHI CONOSCI

Imposta il tuo profilo in modo da consentirne lavisibilità solo agli amici che avrai autorizzato: in questo modo selezionerai direttamente chi accede alla tua pagina e ti garantirai diessere contattato solo da persone conosciute e affidabili.

7 – “NON APRITE QUELLA MAIL!”

Non aprire gli allegati delle e-mail provenienti da sconosciuti e verificate prima il nome dei mittenti e l’oggetto. Possono essere stati spediti da una macchina infettata senza che l’utilizzatore ne sia a conoscenza.

8 – TIENI SEGRETI I TUOI DATI

Nelle chat con sconosciuti, nei forum, nei blog o nei giochi di ruolo non dare mai senza il permesso dei genitori informazioni personali come cognome, età, indirizzo, numero di telefono del cellulare o di casa, scuola frequentata. E prima di inserire i tuoi dati personali su Internet controlla che siano presenti i segni che indicano la sicurezza della pagina: la scritta “http” nell’indirizzo e il simbolo del lucchetto.

9 – PRENDI PRECAUZIONI

Non incontrare mai persone conosciute su Internet senza avvertire i tuoi genitori. Se proprio vuoi farlo, prendi appuntamento in luoghi affollati e porta con te almeno due amici.

10 – AGISCI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Se leggi o vedi qualcosa su Internet che ti fa sentire a disagio o ti spaventa, parlane subito con i tuoi genitori o con gli insegnanti. Se qualcuno che ti sembrava simpatico comincia a scrivere cose strane in chat o manda e-mail che non ti piacciono, bloccalo e parlane subito con i tuoi genitori.

10 Comments
  • Alberto
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    Purtroppo sono incorso più frequentemente di dichiarare una falsa età…molte volte gioco videogiochi come Gta 5 che è pegi 18 anche se non potrei….

  • Giampi
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    Una volta quando ero malato,ho postato una foto su WhatsApp.I miei genitori mi hanno fermato perché non era giusto nei confronti dei miei compagni,che erano a scuola.Con ciò mi riferisco allo scrivere cose offensive.Ciao!

  • Eleonora
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    L’errore a cui si ricorre più spesso è la condivisione dei dati, che spesso vengono pubblicati senza accorgersi del fatto che può essere pericoloso, su instagram ad esempio, così come su tanti altri social si può pubblicare la posizione attuale nella quale ci troviamo, informazione molto importante

  • Gabriele
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    Il rischio in cui sono incorso più frequentemente è sicuramente quello riguardante le password. Io, infatti, le ho quasi tutte segnate sul mio telefono. Ciò, però, non è affatto raccomandabile, poiché i malintenzionati potrebbero accedervi senza troppe difficoltà

  • Ele
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    Io sono sempre stata molto attenta ai miei dati personali ma non proteggo abbastanza le mie password poiché ne ho sempre usato poche, molto simili tra loro e anche poco elaborate

  • Scuola Media/docente - Novembre 23, 2021

    Lo dico a tua madre!!!

  • Enrico E.
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    Amici, conoscenti e sconosciuti. Tre parole simili che hanno più differenze di quanto pensiate. Non potrai mai sapere quante persone ottengono i tuoi dati o no. Di sicuro ciò che puoi sapere è come difenderti da questi problemi.
    Quando ne sono caduto? Non lo so con certezza. Giusto due settimane fa mi è arrivato un e mail da un mittente che copiava sfacciatamente un marchio famosissimo; e così l’ho bloccato. Link aperti o qualsiasi cosa che vogliano gli sconosciuti può essere usata contro di te. Leggete con attenzione questo post e applicateli per difendervi quasi del tutto. Ogni persona può essere soggetta a questi episodi; ricordarselo è solo un modo per evitarli.
    La cosa più importante in siti o mail mandate da sconosciuti è sicuramente la sicurezza di questi fattori

  • Andrei
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    Purtroppo non rispetto alcune volte le norme pegi nei videogiochi. Mi capita anche di non rispettarele password quindi metto sempre le stesse anche se dovrei metterne di diverse.

  • Aurelia
    Rispondi
    - Novembre 23, 2021

    Io due anni fa circa, sono stata contattata, su Instagram, da uno sconosciuto, che si fingeva un 14enne (che poi ho scoperto ne aveva 45), a cui dicevo tutto, gli ho anche dato il mio numero di telefono, e dopo avergli chiesto di eliminare il numero mi ha ricontattato e da lì sono rimasta traumatizzata e di fatti ora non rispondo più agli sconosciuti.

Post a Reply to Giampi Cancel Reply

Comment
Nome
Email
Nome Scuola o Ruolo